Arend


BIOGRAFIA

Arend, il cui vero nome è Andrea Sala, nasce nel 1986 ad Angera, provincia
di Varese.
Nel 2009 si diploma presso la Nuova Accademia di Belle Arti “N.A.B.A.” di Milano
nel corso di primo livello in “Graphic Design & Art Director”; e successivamente
con 110 e lode nel corso di secondo livello presso l’ Accademia di Belle Arti di
Ravenna nel corso di Mosaico.
Lo studio della grafica digitale, della comunicazione e della pubblicità gli hanno
permesso di esplorare il mondo del mosaico e dell’arte con uno sguardo innovativo
e distinto.
Nel 2010 trascorre un mese a Damasco in Siria con l’obbiettivo di restaurare dei
mosaici pavimentali romani insieme alla coperativa italiana allo sviluppo.
Nel 2011 si trasferisce nell’Accademia di Belle arti di Bilbao per un erasmus nel
quale apprende l’arte della ceramica.
Nel 2012 a Brenta (VA) nella regione del lago Maggiore apre una home gallery
- casa vacanze chiamata “La Corte di Brenta”, una casa aperta a tutti i visitatori
che vogliono esplorare ed entrare in intimità con il mosaico contemporaneo.
Sempre nel 2012, insieme ad un gruppo di persone sensibili ai temi dell’ecologia,
dà il via ad un progetto di ecovillaggio di nome Monte Venere rinnovando e
decorando a mosaico delle baite abbandonate nel comune di Maccagno (VA).
Nel 2013 insieme alla mosaicista Alberta Jacqueroud e alla restauratrice Eva Vox
si trasferisce per due mesi come volontario nella “Escuela de La Vida y La Paz”
ad Arequipa, Perù per realizzare due mosaici insieme ai bambini del posto.
Nel 2014 partecipa alla prima intervenzione urbana di mosaico con altri 60 artisti
a Santiago del Cile, successivamente si dedica alla riqualificazione artistica di un
piccolo paesino di pescatori sulla costa Cilena.
L’artista è da sempre affascinato dal lato ineffabile del mondo e alla continua
ricerca di simboli e archetipi che danno la possibilità di descrivere una natura che
sfugge a qualsiasi definizione.
Ama esplorare il silenzio ed entrare in intimità con l’ambiente che ci circonda e il
secolo in cui viviamo, fino a poter esprimere la sua reazione con l’arte attraverso
ciò che gli viene trasmesso.

POETICA
“Il misterioso rapporto tra infinitamente piccolo e infinitamente grande, tra
unità e molteplice è ciò che del mosaico mi affascina maggiormente. La sperimentazione
del mosaico mi da la possibilità di riflettere sul mio modo di sentire
l’era contemporanea rapportandola continuamente al passato.
La discontinuità dell’immagine per me è il tramite per creare un rapporto tra
visibile e invisibile, per poter suscitare quest’ultimo attraverso la materia.
La mia espressione musiva passa attraverso aspetti poetici e fantasiosi, che convivono
con quelli più razionali e freddi grazie ad una continua ricerca materica.”
A.

BIOGRAPHY

Arend was born in 1986 in the north of Italy. He graduated in the NewAcademy of Fine Arts in Milan with a focus on Graphic Design and Art Direction,
then he completed his Master’s studies in Experimental Mosaic within the Academy
of Fine Arts in Ravenna.
The study of graphic design, communications, and advertising allowed him to
explore the world of mosaic art with a new and innovative approach.
In the summer of 2010, he spent one month in Damascus with a group specialized
in the restoration of Roman pavement mosaics, an experience whose
cultural and emotional impact has strongly influenced the artist.
In 2011 he moved to the Academy of Fine Arts in Bilbao for an Erasmus in which
he learned the art of ceramics.
In 2012 in his native village Brenta he open a home gallery and holiday house
for all the visitors who want to explore and enter into intimacy with the contemporary
mosaic.
Also in 2012 along with a group of people gives birth to an ecovillage project called
Monte Venere renewing the huts abandoned above Maccagno (VA).
In 2013, together with the artist Alberta Jacqueroud moved for two months as
a volunteer in the “Escuela de La Vida y La Paz” in Arequipa Peru to create two
mosaics with the children of the place.
In 2014 participated in the first Intervention urban with other 60 mosaic artist
in Santiago Chile, after he devoted himself to artistic redevelopment of a small
fishing village on the coast of Chile.
The artist has always been fascinated by the ineffable side of the world and
always looking for symbols and archetypes that give the possibility to describe a
nature that defies definition.
Since his childhood Arend has been fascinated by the ineffable nature of the
world around us. His work explores silence and intimacy with nature and our
century.


CONCEPT

“The mysterious relationship between the infinitesimally small and the infinitely
large, between unity and multiplicity: it is this, above all, which fascinates
me in mosaic. Experimentation with mosaic gives me the possibility to reflect
upon my way of experiencing the contemporary world while maintaining a constant
rapport with the past.
The discontinuity of the image, composed of stone and glass, creates a relationship
between the visible and the invisible. The poetic and the creative coexist
alongside the cold and the rational, different aspects of my continued research
in mosaic. “
A.